La Primavera

 

primavera.


Il periodo dell’anno in cui l’energia della natura, dormiente durante l’inverno, si risveglia e si muove verso l’alto. Dalla profondità della terra, che ha tesaurizzato e protetto le sue risorse dai lunghi freddi, la vita dolcemente risale verso l’alto e si manifesta nei suoi colori brillanti, vibranti, lucenti, nelle gemme, nei germogli.

In Macrobiotica e in Medicina Cinese si parla di energia del LEGNO o dell’ALBERO.

Nell’orto è il momento di piantare i semi, dar loro l’acqua e il nutrimento e attendere che facciano il loro lavoro.

Quando i segni della Primavera si manifestano, anche la cucina si risveglia e i cibi hanno bisogno di riempirsi di nuova energia per aiutare il corpo a disintossicarsi e rigenerarsi, bruciare i ristagni ed eliminare il freddo del lungo inverno.

Riduciamo allora i cibi salati, usiamo meno sale e tamari o shoju. Meno cibi grassi, meno fritture, meno prodotti da forno, tutti più adatti al freddo.
Aumentiamo le preparazioni stufate, le scottature e le sob-bolliture.
Ripuliamo da dispensa e riempiamola di cibi freschi, verdure colorate e croccanti, germogli, impariamo anche a farli in casa per averli sempre a disposizione.

Il sapore della Primavera è l’ACIDO.

primavera_gusto_acido. Se assaggiamo le erbe dei campi, oltre ad essere tenere sono leggermente acidule e, appena scottate diventano dolci e deliziose. Prepariamo salsine per condire con il succo di limone, l’aceto di mele, l’aceto di Umeboshi, usiamo le foglie di Shiso e la polpa delle Umeboshi.
Impariamo a fare insalatini veloci con i cavoli cappucci, le verze, i broccoletti, le carote tenere, usando l’aceto di Umeboshi.

Anche i crauti naturali – così famosi in Trentino Altoi Adige, dove sono maestri nel prepararli – sono ottimi per accompagnare le pietanze ma soprattutto per riequilibrare la flora batterica del nostro intestino.



Il colore a supporto dell’Elemento LEGNO è il VERDE.

Rivolgiamo allora la nostra attenzione al verde che esplode in natura in mille sfumature, e consumiamo tanti tipi di verde, di campo e di orto, sotto forma di insalate, salse, centrifugati, soprattutto a digiuno o lontano dai pasti.

Facciamo il pieno di vitamine, minerali e fibre!primavera_fibre

Anche la nostra CASA ha bisogno di rinascere. Così, dedichiamo del tempo a darle aria, a pulirla - porte, finestre, armadi, mobili - rovistiamo negli accumuli e liberiamoci di quello che non ci serve più, prepariamoci all’arrivo di nuove cose.

Gli ORGANI del nostro corpo che rispondono all’energia del Legno sono il FEGATO e la COLECISTI (o CISTIFELLEA).

Essi sono i governatori del sistema digestivo e dei nostri eccessi emozionali. Se ci sentiamo sopraffatti da tensioni, pesi, stanchezze, è segno che abbiamo accumulato troppo e che necessitiamo di ripulirci e alleggerirci.

Aiutiamo perciò il nostro FEGATO a farlo e a dare di conseguenza nuova energia e vigore all’intero corpo.

Può essere molto utile bere un bicchiere di acqua CALDA (bollire almeno una mezz’oretta) con il succo di mezzo limone, al mattino a digiuno. Allo stesso modo, possiamo bere un altro bicchiere di acqua calda prima di coricarci.

Se poi ci sentiamo poco stimolati e reattivi, con poche idee e iniziative, insomma stranamente passivi, mentre tutta la natura è in piena attività di risveglio, allora possiamo prepararci una deliziosa zuppa di miso leggera con carote fresche e un pochino del verde delle foglie, cipolla o cipollotto, alga Wakame, e condirla con un cucchiaino di aceto di Ume

Ed ecco la nostra INSALATA DI PRIMAVERA. Per realizzarla abbiamo bisogno di fare passeggiate nei campi, lontano dal traffico cittadino e dagli inquinamenti. Una buona ragione per riprendere a camminare nei prati e tonificare i nostri polmoni.

Raccogliamo FOGLIOLINE di:

primavera_erbe. tarassacoprimavera_erbette

acetosa

pratoline

valerianella

cicorino verde e rosso

finocchio selvatico

prezzemolo

primavera_erbe_campo. erba cipollinaprimavera_campi

melissa

sonco

crepis

piantaggine

e FIORI di viole bianche e blu, primula, tarassaco, calendula, polmonaria…

Prepariamo un condimento di:

fiocchi di insalata di mare bretone (dulse, nori, lactuca)

succo di limone

gocce di tamari

aromi (esempio: timo, rosmarino, salvia, basilico… in polvere)

Olio extra vergine di oliva (pressione a freddo)

insalatina_primavera.

Mescoliamo bene il condimento, versiamolo sulle erbe di campo e lasciamo insaporire bene per almeno 15’ prima di consumare.

Possiamo fare un pranzo solo di questa insalata con una bella tisana calda magari un misto di mente, erba cedrina, melissa…

Share on Pinterest
There are no intro image.
Share with your friends








Submit
Seguici su
Facebook

enrica-facebookriccardo-ronzonimelissa-facebook





camminamente facebook smalllocandina-effeemmestudioProf-Cannella-facebook



icona facebook macromamma

Copyright © 2007 CamminaMente. Tutti i diritti riservati. Ripubblicazione o distribuzione dei contenuti sono espressamente vietate senza permesso scritto.| c.f. 94132270367

Privacy | Sitemap | Credits

CamminaMente usa i cookie,

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di offrire servizi utili ai visitatori. In nessun caso i dati raccolti verranno utilizzati per scopi diversi dalla nevigazione ed utilizzo del sito camminamente.it