Racconti

Verso la Liberta'

waterVERSO LA LIBERTA', VIAGGIO NELLE TERRE DEGLI INDIANI DELLE COSTE DEL NORD-OVEST - Estate 2000

......Appunti..... Appunto!

Un lungo viaggio parte con il primo passo. L'ho letto da qualche parte e lo devo aver trascritto da qualche altra, ma ormai deve essere seppellito sotto quella immensa pila di libri, carte, fogli, documenti, riviste, giornali, che giace e sta crescendo, quasi vivesse di vita propria, sulla scrivania e nella stanza, guardandomi beffardamente tutti i giorni.

Il viaggio verso il British Columbia (Canada occidentale) è iniziato, solita trafila aeroportuale e poi sono immersa nell'oblio del volo nel tempo, con le spaventevoli pause cibo-Chernobyl e, come nelle memorie dei nostri emigranti, apro la mia valigia di cartone e apparecchio con i panini al seitan e verdure e bevo il mio calice di bancha. Ricado nell'oblio, avvolta nella copertina verde-sonno e mi sveglio solo due giorni dopo quando il camper lascia Vancouver, diretto al Nord, alle Queen Charlotte Islands, regno degli indiani Haida, una delle prime popolazioni arrivate, nel nord delle Americhe, almeno 12.000 anni fa dalle regioni asiatiche, al seguito dei grandi animali, attraversando lo Stretto di Bering.

Cosa spero di trovare? Cosa cerco? E poi, perchè così lontano?

Anno 1984

capo-indiano. RISPOSTA DEL CAPO INDIANO SEATTLE AL GRANDE CAPO BIANCO DI WASHINGTON, CHE VOLEVA COMPERARE UNA GRANDE ESTENSIONE DI TERRE INDIANE, PROMETTENDO AGLI INDIANI UNA RISERVA.
Come si può comprare e vendere il firmamento o il calore della terra ?
Noi non conosciamo questa idea. Se non siamo padroni del fresco dell’aria nè della purezza delle acque, voi come potete comprarli ?
Ogni pezzetto di questa terra è sacro per il mio popolo; ogni granello di sabbia della spiaggia, ogni goccia di rugiada dei boschi e perfino il ronzio di ogni insetto è sacro per la memoria ed il passato del mio popolo.La linfa che circola nelle vene degli alberi porta con sè la memoria dei pellerossa.
I morti dell’uomo bianco, quando iniziano il loro cammino fra le stelle dimenticano il loro paese di origine; in cambio i nostri morti non possono mai dimenticare questa terra buona, dato che è la madre dei pellerossa. Noi siamo parte della terra ed allo stesso tempo la terra è parte di noi.
I fiori profumati sono nostri fratelli; la selvaggina, il cavallo, la grande aquila: sono tutti nostri fratelli.
Le montagne scoscese, i prati umidi, il calore del corpo del cavallo e l’uomo appartengono tutti alla stessa famiglia.
Perciò quando il grande capo di Washington nel suo messaggio ci dice di voler comprare le nostre terre, ci sta domandando troppo. Ma il Grande Capo ci dice anche che ci lascerà un luogo dove poter vivere confortevolmente fra di noi. Lui diventerà il nostro padre e noi i suoi figli. Per questo prendiamo in considerazione la sua offerta di comprare le nostre terre. Non è facile, perchè questa terra per noi è sacra. L’acqua che scorre nei fiumi e nei torrenti, non è acqua solamente, ma rappresenta anche il sangue dei nostri antenati.

Maiden Enrica & Andrea

enrica-andrea. Una serata insieme, un modo per stare vicini e trascorrere piacevoli ore in compagnia.

Uno di fronte all’altra, una accanto all’altro.

Una tavola verde di crudità e freschezze, occhi chiari e limpidi di fronte ai miei, serenità e simpatia, tante chiacchiere su passioni e hobbies, tra futuro e passato, stravivendo un presente che si percepiva speciale e potente ma al contempo estremamente leggero.

Ho aperto casa mia aprendo una nuova ed importante parte di me, inedita e sconosciuta per certi aspetti, intima e per natura stessa, personalissima: e l’ho fatto con enorme gioia e gusto, con la sana ed entusiasta voglia di farlo, di accogliere e godere di una splendida compagnia.

Una serata serena, “senza tempo”, tra racconti e aneddoti, all’insegna della condivisione, della partecipazione, senza giudizi e senza paure. Gran valore…

La visione di un mio film di un viaggio insieme, tra ricordi e immagini, suoni e luoghi della memoria: un cammino appassionante e molto evocativo, dal profondo significato per entrambi, con antiche porte di pietra che si sono dischiuse di fronte ad occhi increduli ed eccitati.

Poi ho aperto lo scrigno della mia grande passione musicale, i miei feticci, la mia “malattia”, i miei concerti…Iron Maiden!

Dove sono le cicogne

gavasseto. DOVE SONO LE CICOGNE ?

Limidi 16 Luglio 2008

Due settimane fa Silvano ,il mio capoufficio, mi aveva parlato di un paesino vicino a Reggio Emilia, dove si poteva ammirare un maestoso nido di cicogne in cima ad un palo. Lui lo ricordava perche’ era andato in un ristorante della zona, ed era giustamente rimasto colpito dalla vista di questa costruzione. Per diversi giorni ho ripensato alle sue parole, piu’ di una volta ho aperto il mio pc e ho consultato una delle tante mappe on-line per vedere dov’era questo posto, GAVASSETO, un paese del Reggiano, vicino ad una fabbrica di gelati , la PRE-GEL .

Pagina 4 di 4

Go to top

CamminaMente usa i cookie Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di offrire servizi utili ai visitatori. In nessun caso i dati raccolti verranno utilizzati per scopi diversi dalla nevigazione ed utilizzo del sito camminamente.it Per approfondire privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information