SUSHI VEGETARIANI

Ingredienti:

1 foglio di alga Nori

3 cucchiai di riso semintegrale cotto

1/ 2 porro

3 cime di puntarella

olio di sesamo

aceto di umeboshi

shoyu o tamari

crauti naturali

senape

tè bancha

 

Lavare bene le verdure.

Tagliare finemente il porro e le puntarelle.

Scaldare una padella di ghisa, aggiungere un cucchiaio di olio di sesamo, saltare prima il porro, poi le puntarelle.

Mescolare bene, aggiungere un pizzico di sale. Quando le verdure sono morbide, aggiungere un velo d’acqua e coprire.

Cuocere 10’ circa, a fiamma bassa, poi unire gocce di aceto di ume e shoyu. Spegnere e lasciare raffreddare.

Nel frattempo tostare il foglio di alga Nori sulla fiamma del fornello, facendo attenzione a rigirarlo in continuazione per non bruciarlo (deve prendere una tonalità verde). Stenderlo sull’apposito stuoino di bambù (gli stuoini per sushi si trovano negli empori di prodotti orientali e cinesi). Stendere verso il bordo esterno della Nori (quello più vicino alle nostre mani) in modo uniforme il riso, sopra i crauti ed infine le verdure saltate.

Arrotolare gentilmente aiutandosi con lo stuoino (tenendolo con entrambe le mani alle due estremità). Bagnarsi leggermente le mani (usare acqua calda leggermente salata) e umettare il bordo finale della Nori, terminare di arrotolare esercitando una leggera pressione sullo stuoino, avendo cura di non far uscire il riso dai lati.

Lasciare riposare il rotolo ottenuto.

Procedere quindi, con un coltello dalla lama sottile e tagliente (ideale il caddie), a tagliare il rotolo a rondelle oppure a triangoli di forma regolare. Stendere su un piatto di portata. Si possono mangiare così oppure insaporire con salsine diverse.

Qui ne proponiamo una: 1 cucchiaino di senape, due cucchiai di tè bancha, gocce di shoyu o tamari.

Mescolare bene.

I SUSHI sono ottimi come antipasti, per gli spuntini o nei i pic- nics.

 

sushi giada.

 

Lavare bene le verdure.

Tagliare finemente il porro e le puntarelle.

Scaldare una padella di ghisa, aggiungere un cucchiaio di olio di sesamo, saltare prima il porro, poi le puntarelle.

Mescolare bene, aggiungere un pizzico di sale. Quando le verdure sono morbide, aggiungere un velo d’acqua e coprire.

Cuocere 10’ circa, a fiamma bassa, poi unire gocce di aceto di ume e shoyu. Spegnere e lasciare raffreddare.

Nel frattempo tostare il foglio di alga Nori sulla fiamma del fornello, facendo attenzione a rigirarlo in continuazione per non bruciarlo (deve prendere una tonalità verde). Stenderlo sull’apposito stuoino di bambù (gli stuoini per sushi si trovano negli empori di prodotti orientali e cinesi). Stendere verso il bordo esterno della Nori (quello più vicino alle nostre mani) in modo uniforme il riso, sopra i crauti ed infine le verdure saltate.

Arrotolare gentilmente aiutandosi con lo stuoino (tenendolo con entrambe le mani alle due estremità). Bagnarsi leggermente le mani (usare acqua calda leggermente salata) e umettare il bordo finale della Nori, terminare di arrotolare esercitando una leggera pressione sullo stuoino, avendo cura di non far uscire il riso dai lati.

Lasciare riposare il rotolo ottenuto.

Procedere quindi, con un coltello dalla lama sottile e tagliente (ideale il caddie), a tagliare il rotolo a rondelle oppure a triangoli di forma regolare. Stendere su un piatto di portata. Si possono mangiare così oppure insaporire con salsine diverse.

Qui ne proponiamo una: 1 cucchiaino di senape, due cucchiai di tè bancha, gocce di shoyu o tamari.

Mescolare bene.

I SUSHI sono ottimi come antipasti, per gli spunt

Lavare bene le verdure.

Tagliare finemente il porro e le puntarelle.

Scaldare una padella di ghisa, aggiungere un cucchiaio di olio di sesamo, saltare prima il porro, poi le puntarelle.

Mescolare bene, aggiungere un pizzico di sale. Quando le verdure sono morbide, aggiungere un velo d’acqua e coprire.

Cuocere 10’ circa, a fiamma bassa, poi unire gocce di aceto di ume e shoyu. Spegnere e lasciare raffreddare.

Nel frattempo tostare il foglio di alga Nori sulla fiamma del fornello, facendo attenzione a rigirarlo in continuazione per non bruciarlo (deve prendere una tonalità verde). Stenderlo sull’apposito stuoino di bambù (gli stuoini per sushi si trovano negli empori di prodotti orientali e cinesi). Stendere verso il bordo esterno della Nori (quello più vicino alle nostre mani) in modo uniforme il riso, sopra i crauti ed infine le verdure saltate.

Arrotolare gentilmente aiutandosi con lo stuoino (tenendolo con entrambe le mani alle due estremità). Bagnarsi leggermente le mani (usare acqua calda leggermente salata) e umettare il bordo finale della Nori, terminare di arrotolare esercitando una leggera pressione sullo stuoino, avendo cura di non far uscire il riso dai lati.

Lasciare riposare il rotolo ottenuto.

Procedere quindi, con un coltello dalla lama sottile e tagliente (ideale il caddie), a tagliare il rotolo a rondelle oppure a triangoli di forma regolare. Stendere su un piatto di portata. Si possono mangiare così oppure insaporire con salsine diverse.

Qui ne proponiamo una: 1 cucchiaino di senape, due cucchiai di tè bancha, gocce di shoyu o tamari.

Mescolare bene.

I SUSHI sono ottimi come antipasti, per gli spuntini o nei i pic- nics.

 

 

ini o nei i pic- nics.

 

 

Share on Pinterest
There are no intro image.
Share with your friends








Submit