Le quattro gambe del tavolo

zocca_vasco.

Questa domenica mattina, la terza del mese, sono a far mercato in un paesino di montagna, l'aria è fresca e c'è da stare attenti chè l'appetito aumenta!
Soliti problemi con l'organizzazione non scoraggiano la vena ottimistica che questa mattina aleggia nel mio animo.
A 800 e passa metri di altezza con alle spalle una nottata di sudore dovuta all'afa, la leggerezza dell'aria e il "quasi freddo" metterebbero di buon umore chiunque (forse)


Vengo qui una volta al mese e il pericolo pioggia in questo paesino, natìo di Vasco Rossi, è sempre incombente per questo ad ogni vecchietto che so che è del posto chiedo:
-oggi pioverà? Lei non ha una protesi?
Il tema della protesi è venuto alla luce quella volta che ero stato al mercato in un altro paese di montagna, c'erano nuvoloni molto grossi in cielo e quindi chiesi la solita domanda: vecchietto

- pioverà oggi?
- tranquillo
- mi rispose un signore sui 60
- oggi non pioverà!
- come fa ad esserne così sicuro?
- sono sicurissimo perchè ho una protesi e non mi fa male e quando invece la pioggia è imminente, faccio fatica a reggermi in piedi.
- Grazie signore, risposi prontamente,buona domenica e spero per lei che non piova mai!

Le nuvole girano alte oggi, c'è un pò di foschia e fra sto aspettando Anna Chiara un'amica del mercato, una donna che mi racconta le favole che poi io trascrivo puntualmente qui il lunedì mattina successivo.
Chissà cosa mi racconterà stamane? penso fra me e me.
E' una donna di una sensilbilità estrema, si emoziona tantissimo ogni volta che le rileggo le favole da lei raccontate, da me reimpostate a seconda di quello che mi hanno trasmesso.
Una cosa di lei che mi è sul cuore è stato quando mi ha rivelato che lei di lavoro faceva la barista al ber della stazione di Bologna,
quando me lo disse un nodo al cuore si strinse, presi coraggio e le chiesi:

-ma eri presente quando..........?
- no, non ero presente, quel mattino avevo il turno del pomeriggio e quando arrivai lì......la catastrofe! E ciò che mi è rimasto impresso, oltre le bruttissime cose che ho visto, è stato l'amore dei pompieri, dei volontari, dei vigili del fuoco, nel cercar fra le rovine della stazione corpi ancora vivi.


Finalmente arriva e tutta entusiasta mi porge un libro in regalo è un libro che parla del codice da Vinci, le prometto che lo leggerò senz'altro che quando lessi il libro di Dan Browne mi entusiasmai molto, nonostante le prime 30 pagine a mio giudizio faticose ad ingranare, però il film no, non lo sono andato a vedere.
La prima cosa che mi dice è:


- questa mattina non ho una favola,ma un tema da affidarti; nella mia vita ho affrontato molte situazioni,leggendo il libro "la profezia di Celestino" mi sono posta tantissime domande, tante che ho comprato anche il libro sul come capire il libro le profezie....
Feci anche tutti gli esercizi che il libro proponeva e ne sono uscita come rigenerata di una forza nuova in me, naturalmente con ancora tantissime domande, però con maggior consapevolezza.
Il tema è questo: ho una frase che è un pò di tempo che aleggia nel mio animo, è di Santa Teresa d'Avila che alla domanda di cosa fosse più importante fra Fede, Speranza,Carità lei rispose
-Carità è più importante
-IO rimasi un pò pensieroso in questo suo tema, non capivo dove voleva arrivare e qual era il tema da propormi. Poi mi ha fatto un esempio:
- ad un tavolo di quattro gambe ne togli una e il tavolo se ti appoggi in quella mancante, non regge!


Così,nel bloch-notes che ho,ho fatto uno schizzo di un tavolo di quattro gambe,ad ognuna ho dato un nome

1) Fede


2)Speranza


3)Carità

alla quarta mi è venuto spontaneo dare il nome di :

Pratica

e sopra li tavolo ho scritto la parola Amore, tutto questo mentre lei continuava parlare.


Le ho fatto vedere lo schizzo e alla parola Amore lei ha sostituito Bene (far del Bene).

 

ponte.

 

A questo punto dopo due o tre parole sul modo di far del bene siamo giunti concordi alla conclusione che la Fede, la Carità, la Speranza non servono a niente se non le si mettono in pratica perchè esse sono legate fra di loro come le gambe di un tavolo come i piloni di un ponte e che Amore inteso come far del Bene è importantissimo per il completamento del fantomatico tavolo.


Prima che Anna se ne andasse le dissi:


-mi hai dato un compito molto arduo da affrontare e non so assolutamente come scrivere quei concetti che hai voluto dirmi.

 

Mauro Trenti

Share on Pinterest
There are no intro image.
Share with your friends








Submit
Seguici su
Facebook

enrica-facebookriccardo-ronzonimelissa-facebook





camminamente facebook smalllocandina-effeemmestudioProf-Cannella-facebook



icona facebook macromamma

Copyright © 2007 CamminaMente. Tutti i diritti riservati. Ripubblicazione o distribuzione dei contenuti sono espressamente vietate senza permesso scritto.| c.f. 94132270367

Privacy | Sitemap | Credits

CamminaMente usa i cookie,

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di offrire servizi utili ai visitatori. In nessun caso i dati raccolti verranno utilizzati per scopi diversi dalla nevigazione ed utilizzo del sito camminamente.it